A voi la parola! – Il luogo preferito di Sara

Ecco un altro articolo del progetto “Il luogo preferito: a voi la parola!”

Oggi tocca a Sara di  www.thespritzywitch.com che ha accettato di scrivere e raccontarmi del suo luogo del cuore.. La ringrazio ancora molto per avermi inviato l’articolo e condiviso con noi i suoi ricordi e le sue emozioni! 😀

Aspetto anche i vostri racconti se avrete piacere di condividerli con me! ❤

—————————————————————————————————————————————–

Mi sono imbattuta nel blog di Ilaria per caso, e dopo un minuto mi stavo già mangiando le mani per non averlo scoperto prima del mio tour di una settimana in Irlanda dello scorso aprile. No problem però: nell’Isola di Smeraldo tornerò eccome, e i suoi preziosissimi consigli saranno consultati con un fervore religioso! Mi è piaciuta molto la sua rubrica dedicata ai propri luoghi preferiti, tanto da chiederle subito di poter partecipare. Ed eccomi qui!

Il mio luogo preferito è senz’altro la Provenza.

Con gli occhi e la fantasia ci sono stata molto tempo fa. Le immagini dei campi di lavanda sono famosissime, non hanno bisogno di spiegazioni. Mi sarebbe piaciuto camminare e guardare finalmente dal vivo quella regione, ma si rinvia sempre pensando “prima o poi” e preferendo sognare. Un bel giorno mi impuntai, mi informai sul periodo migliore per ammirare la lavanda, e organizzai un breve viaggio on the road col mio fidanzato.

lavender-894919_640
Foto da Pixabay

Nel frattempo avevo iniziato a studiare e praticare il neopaganesimo, e oltre ad ammirare la lavanda capii l’importanza e la forza di questa bellissima pianta. Il suo profumo inebriante è la calma per antonomasia, considerato più efficace della classica camomilla e una ninna-nanna. L’olio essenziale è l’unico idoneo a essere utilizzato puro sulla pelle, perfetto contro i dolori muscolari, le emicranie o persino la forfora e l’acne. Propizia l’amore e l’amicizia, coronamento di una pianta dal valore spiccatamente positivo.

Seduta in auto col navigatore puntato verso Valensole in un luglio francese, il profumo di questa pianta mi inebriava ancora prima di vederla. Il clima era rovente, i campi erbosi a perdita d’occhio, l’attesa elevata. Finalmente girammo una curva, e l’erba venne sostituita da immense distese di campi viola. Ci fermammo immediatamente, facendo compagnia ad altri turisti che ci avevano preceduti e discretamente scattavano fotografie. Io avevo l’entusiasmo di una bambina, avevo i brividi, finalmente potevo camminare anche io in un luogo che avevo solamente sognato. Il profumo di lavanda era inebriante, una brezza leggera, le api che ronzavano e, nonostante i turisti, il silenzio quasi irreale. Sembrava di essere soli alla presenza di Madre Natura. I casolari in pietra completavano questo paesaggio con immagini da cartolina. Non avrei voluto andarmene mai ma, dopo qualche foto, mi convinsi a risalire in auto per vedere il resto del paesaggio.

valensole-3925067__340
Foto da Pixabay

La campagna era stupenda, con ordinatissimi campi di lavanda alternati al verde della vegetazione. Dopo Valensole visitammo alcuni paesi fiabeschi, con case in pietra dalle porte e finestre colorate di cui non sapevamo nemmeno i nomi, ma dal fascino irresistibile. Tutto era avvolto da un’aura di sogno, in cui calma e bellezza sembravano nate e abitare lì da sempre, immutate nel tempo.

Quello che vidi mi piacque così tanto da tornare l’estate successiva. Sì, so che la lavanda non cresce solamente in Francia, ma solo lì ho trovato unconnubio di magia e splendore da cui non vorrei mai separarmi. Alloggiando nelle maison d’haute e osservando alcune case, mi sono immaginata seduta davanti a una loro finestra mentre leggevo, disegnavo o scrivevo un libro, ammirando il panorama… chissà, potrebbe diventare il mio rifugio futuro. Nel frattempo mi adorno delle foto scattate in quella regione, ne conservo il ricordo e tengo uno stelo di lavanda sempre a portata di mano, in ricordo di quello che ho visto e non mi stancherò mai di ritrovare.

Sara, “la strega spritzettara”- www.thespritzywitch.com

Annunci

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...